Che cosa è la Pratica Psicomotoria Aucouturier?

E' una disciplina che nasce in Francia e si è sviluppata in Italia negli anni 70.

 

La pratica psicomotoria poggia sul gioco spontaneo, movimento corporeo e piacere del vissuto relazionale.

Il bambino esiste anzitutto attraverso il corpo in relazione con l'altro, attraverso l'azione e il gioco.

Il piacere vissuto favorisce lo sviluppo armonico del bambino, base importante per uno sviluppo positivo ed equilibrato con se stesso e l'altro, purchè lo si aiuti nella sua consapevolezza e lo si riconosca nella sua originalità.

La Pratica Psicomotoria si rivolge a tutti i bambini 0-8 anni.

 

L’approccio psicomotorio è particolarmente indicato perché promuove il processo evolutivo e facilita il processo maturativo .

Il processo maturativo si riferisce alla crescita fisica, mentre quello evolutivo alla capacità di movimento, autostima, affettività. Entrambi devono procedere in modo corretto perché lo sviluppo del bambino avvenga in modo naturalmente armonico.

La terapia psicomotoria è utile quando in uno di questi processi o in entrambe si evidenzia un blocco o un ritardo.

La psicomotricista accoglie e interpreta l'espressività globale del bambino, accompagnandolo nel percorso evolutivo. Ascolta empaticamente il bambino ed è il garante della sicurezza fisica ed affettiva.

Essere in ascolto del linguaggio verbale e non, permette di cogliere l'importanza e il senso di ciò che esprime attraverso le sue diverse produzioni. al tempo stesso la psicomotricista e strutturante e di contenimento.